DL SBLOCCACANTIERI VS. BUROSAURI PROF. CASSESE : TUTTI I NODI DELLA BUROCRAZIA (E LE ALTRUI COLPE)

burocrazia 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Può sembrare paradossale, ma una buona parte delle strozzature burocratiche va imputata a fattori esterni: non è la burocraziache blocca lo sviluppo, ma è la burocraziastessa che è bloccata da forze che non controlla.

 

Le illustra il Prof. Sabino Cassese, su L’Economia del Corriere della Sera, del 23 aprile 2018, alla pagina 10, molto simili a quelle del 5 maggio 2019 sul Corriere della Sera di Dario Di Vico, a pagina 26, che parla di “Tormentone  dei cantieri che nessuno sa sbloccare

La prima è il Parlamento, che legifera troppo e male, nel desiderio di adottare norme «autoesecutive», proprio per evitare di metterle nelle mani della burocrazia. Esempio: opera da anni l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che ben avrebbe potuto provvedere all’assegnazione delle frequenze per la tecnologia 5G. Invece, il Parlamento, sul finire del 2017, ha riempito una decina di pagine della Gazzetta Ufficiale per dettare minuziose disposizioni m materia, di cui avrebbe potuto fare a meno, limitandosi a dettare pochi principi.

Vengono, poi, i molti controllori interni dell’amministrazione, che ne rallentano l’opera senza migliorarla, specialmente la Corte dei conti con i suoi controlli interni e l’Autorità nazionale anticorruzione, un nuovo «grande fratello», che fa e disfa «linee guida», detta regole arbitrarie, crea incertezza e produce timore.

La terza forza esterna è costituita dalle magistrature, che vogliono interferire anche in materie sulle quali non hanno la necessaria competenza tecnica. Un esempio è il giacimento Tempa Rossa, in Basilicata, scoperto nel 1989. Dopo aver avuto tutti i timbri possibili, da parte della Conferenza Stato-Regioni, dei ministeri delle Infrastrutture e dei trasporti, dell’Ambiente, dello Sviluppo economico, della Regione, del Comune, del Comitato interministeriale della programmazione economica, dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente, della Azienda sanitaria locale, la coltivazione del giacimento è stata due volte bloccata, dalla locale procura e dal Tribunale amministrativo regionale.

Forze esterne che bloccano la burocrazia, con l’effetto indiretto di fermare attività produttive importanti per lo sviluppo economico.

Poi, le regioni per le quali la stessa burocraziaesercita una forza frenante.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

avatar

sull'autore ()

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *